Giorno 31 Ottobre l’Osservatorio Nazionale sulla Mediazione Linguistica e Culturale (OSSMED), ente di ricerca no profit sulla mediazione linguistica, ha organizzato un convegno online sul tema dell’inclusione scolastica degli studenti sordi e formazione universitaria degli interpreti delle lingue dei segni. L’evento si è tenuto a Fermo, sede dell’associazione, nonchè città Unesco dell’Apprendimento. È stato supportato, oltre che dalla classica traduzione simultanea degli interventi, da preparati interpreti delle lingue dei segni.

Per un’occasione del genere noi di Rafiky abbiamo infatti avuto l’immenso onore e onere di adottare  una delle nuovissime features dell’ultima versione del nostro software, Rafiky 1.4: la traduzione simultanea delle lingue dei segni, fiore all’occhiello della migliore piattaforma per interpretariato a distanza presente in Europa.

L’evento prende parte al progetto LILS, frutto di un partenariato inter-universitario e inter-settoriale guidato, come ente capofila, dall’Università di Parma e co-finanziato dal Ministero dell’Istruzione dell’Università della Ricerca.
La funzione per la traduzione delle lingue dei segni è stata implementata all’interno della nostra piattaforma dopo aver letto che il numero di non udenti in Europa (tra i 15 e i 64 anni) si approssima ai 14 milioni (fonte Eurostat). Praticamente 1 persona su 50 in Europa potrà giovare del nostro software, accedendo a cultura e informazioni con le stesse possibilità di un soggetto normoudente.

Appoggiamo caldamente l’iniziativa delle organizzazioni citate, finalizzata all’introduzione di un percorso di laurea sperimentale per interpreti internazionali delle lingue dei segni. Secondo noi di Rafiky infatti, tramite la mediazione qualunque barriera comunicativa può essere abbattuta, semplificando le differenze tra le persone e garantendo pari diritti ed opportunità ai soggetti non udenti.